Sondaggio Furry Italiano

[Articolo di JM. Le note del traduttore sono tra parentesi quadre in corsivo.]

Il furry è un fenomeno internazionale, e l’inglese è il linguaggio predominante. Tutte le nostre convention più larghe, da Anthrocon, a Eurofurence, al Meeting of Furries in Giappone, a Russfurence, sono pensate per un pubblico inglese. Partecipate a qualunque di queste e troverete furry che usano l’inglese come seconda, terza o quarta lingua, che comunicano e si divertono in questo linguaggio comune.

Per chi è nato in paesi che usano questa lingua è facile non fare caso a quella parte del mondo furry che non lo parla. Ma quella parte esiste, e per quanto ne sappiamo, le due maggiori lingue furry dopo la nostra sono il russo e l’italiano.

Siamo molto orgogliosi di presentare qui, per la prima volta, i dati di un sondaggio furry italiano che è stato condotto tra 2012 e 2013. Il sondaggio era interamente in italiano, e fino ad adesso i risultati erano stati pubblicati solo in italiano. Grazie al nostro collaboratore MrMandolino (che è italiano), possiamo presentarle qui in inglese.

(ripubblicheremo anche i risultati, e una traduzione di questo articolo, in italiano). [che è quella che state leggendo, ndt. In italiano.]

Non è facile capire perché l’italiano sembri più comune nel furry di, per esempio, il francese. Francia e Italia hanno una popolazione simile (66 vs 60 milioni) e simili livelli di conoscenza del’inglese.

Il Furry Survey [la versione angloamericana, ndt] è disponibile solo in inglese, quindi non possiamo stimare direttamente la percentuale di altre lingue. Siamo però in grado di intuirla osservando la differenza tra risposte al Furry Survey e attività online.

Dal Furry Survey, possiamo vedere che meno dell’1% dei partecipanti vive in Italia:

18

Questi dati vengono dal Furry Survey 2013, che ha avuto 7159 risposte. Il numero di italiani era 23, cioè il 0.3%. Questo risultato è consistente coi risultati di tutti i sondaggi dal 2009 al 2015.

Prevedibilmente, il sondaggio è dominato da furry di paesi di lingua inglese.

Possiamo stimare la prevalenza di lingue non inglesi nel mondo furry guardando ai dati di Wikifur. Wikifur, come Wikipedia, supporta praticamente qualunque lingua riusciate a nominare:

19

La differenza tra il numero di italiani che hanno risposto al Furry Survey (in inglese) e il numero di pagine di Wikifur (in italiano) suggerisce che ci sia un significativo numero di parlanti italiani nel furry. (stiamo anche dando un’occhiata all’altro gruppo che spicca per numero, i russi).

Questa è solo un’ipotesi, ovviamente. Il fatto che un significativo gruppo di furry parlanti italiano esista è ancora tutto da provare, e mentre MrMandolino è in contatto con i furry italiani, le dimensioni della comunità stessa sono estremamente difficili da stabilire.

Il Sondaggio Furry Italiano è un lungo sondaggio con 37 domande, e potete leggerlo interamente qui (link). Sotto potete leggere i punti principali.

Il Sondaggio Italiano è durato da fine 2012 a inizio 2013, ed ha ricevuto 103 risposte. Non è tantissimo, ma abbastanza da poter avere una buona idea delle demografiche del gruppo. Come per il Furry Survey, è impossibile controllare persone che non hanno risposto al sondaggio, quindi non possiamo misurare l’eventuale effetto di selezione [selection bias, ndt].

Per compararlo, ho inserito il risultato del Furry Survey (inglese) del 2013, che ha avuto 7159 risposte.

Sesso

Il Sondaggio Italiano chiedeva il sesso, ma non il genere [gender – identità sessuale differente dal sesso biologico o dall’orientamento sessuale, ndt]. I risultati suggeriscono che il gruppo italiano è (ancora) più dominato da maschi di quello inglese.

20

Il Sondaggio Italiano era stato condiviso su forum online, un medium che non è sempre rinomato per essere accogliente verso le donne. È possibile che questo influisca sui dati riguardanti il sesso. Altre demografiche mostrano forti similarità con il sondaggio inglese, come vedremo.

Età

Il gruppo italiano e quello inglese hanno una distribuzione di età molto simile.

1

La natura “saltellante” della distribuzione italiana è dovuta al campione ridotto di risposte. È facile vedere come campioni di piccole dimensioni abbiano larghi livelli di incertezza: un piccolo numero di (esempio) persone di 36 anni può creare un’eccezione che sembra (ma non è) significativa.

Come regola generale non pubblichiamo variazioni di incertezza [uncertainty range, ndt] qui ad [a][s]. Preferiamo semplicemente mostrare dati grezzi, per lasciare le cose semplici (per un lettore non specializzato) ed evitare di oscurare i dati stessi. Per tutti questi risultati, vi prego di tenere a mente che i dati italiani sono soggetti a molta più incertezza di quelli inglesi.

Studenti

La percentuale di studenti nel furry, di nuovo, è simile tra I due gruppi (statisticamente, questi due risultati possono essere definiti “identici”). L’età è ovviamente un fattore fondamentale.

21

Orientamento sessuale

È notevole osservare come il gruppo furry inglese e italiano mostrino simili distribuzioni di orientamento sessuale. Questo pattern – in cui gruppi etero, gay e bisessuali sono presenti in proporzioni quasi identiche – è insolito.

15

È un risultato sorprendente perché ci sono significative differenze nell’atteggiamento culturale verso l’omosessualità tra i due gruppi. Più dell’80% degli italiani sono cattolici, e al momento in cui scrivo quest’articolo è l’unico paese in Europa occidentale che non riconosce unioni civili o uguaglianza di matrimonio. [come cambia in fretta il mondo! ndt]

Il fatto che il gruppo italiano mostri le stesse demografiche di orientamento sessuale di quello inglese suggerisce che ci sia qualcosa riguardante il mondo furry che attrae un simile gruppo. È molto difficile arrivare a una qualche conclusione definitiva sul furry, perché siamo un gruppo vario e decentralizzato. Questi risultati suggeriscono che la nostra relazione col sesso e la sessualità sia importante per comprendere interamente il furry.

Ci sono molti, molti risultati affascinanti da esplorare nel Sondaggio Furry Italiano. Potete leggere l’intero sondaggio, che include discussione e commento, qui.

Questo articolo e il Sondaggio Furry Italiano sono anche disponibili in inglese.

About MrMandolino

Mando is a twenty-something writer slash editor from the land of pizza and mandolins. Music lover and music teacher with a degree in Modern Literature.

Before posting a comment, please read our Code of Conduct

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *